Cosa Fare al Primo Appuntamento Con Una Ragazza

In quest’articolo parleremo di cosa fare al primo appuntamento con una ragazza. Preparati a sorprenderti, e a ricevere risposta a tante delle tue domande. La prossima ragazza con cui uscirai sarà molto sorpresa 🙂

Cosa fare al primo appuntamento con una ragazza

Cosa fare al primo appuntamento con una ragazza?

Se devi uscire con una ragazza, starai pensando a dove andare. Quasi sicuramente, starai valutando una delle seguenti opzioni:

1) Portarla a mangiare una pizza
2) Portarla a vedere un film al cinema
3) Portarla a cena fuori, magari in un bel ristorante

Forse, l’ultima volta che sei uscito con una ragazza avete fatto una di queste cose.. ed è andata abbastanza bene. Così vuoi ripeterti. Dopotutto, chi vorrebbe mai toppare ad una prima uscita con una ragazza?

Nessuno. E, per fortuna, oggi ti svelerò la cosa migliore da fare ad un primo appuntamento con una ragazza.

La cosa migliore che tu possa mai fare .. non è nessuna delle tre sopra elencate 😛

“Ma come, Roberto? Perchè?! E’ quello che fanno tutti!”

Appunto.

I migliori risultati con le ragazze, ma non solo, non li otterrai facendo ciò che fanno tutti. Distinguiti un po’ dalla massa ed usa la tua fantasia. Vedrai: ripagherà.

Ti dirò perché queste tre alternative non sono le cose migliori da fare ad una prima uscita.
Vedi, ogni volta che esci con una ragazza per la prima volta.. le cose più importanti alla quale dovresti puntare sono queste:

1) Stuzzicarsi
La prima cosa che vuoi fare è cominciare a stuzzicare una ragazza. Vuoi iniziare giocando con lei, magari anche solo prendendovi un po’ in giro. Se lei fa lo stesso, e ride a ciò che le dici, puoi passare al tuo prossimo obiettivo.

2) Conoscersi
Ognuno di noi è una persona UNICA.
Sono sicuro che c’è qualcosa di unico nel tuo carattere e nella tua personalità. Impara a comunicare ciò che sei interiormente, in tutto quello che fai.
Fai sì che una ragazza possa capire chi si trova davanti, e cosa ti rende unico dal resto del mondo.

Se organizzi un’uscita in cui siete entrambi davanti ad uno schermo o davanti ad una pizza, non potrete focalizzarvi su voi stessi.. ed iniziare a giocare sin da subito. Cosa che stra-consiglio di fare, invece. Per questo, la cosa migliore che possiate mai fare ad una prima uscita è una semplice camminata. Proprio così.

I luoghi migliori sono quelli più centrali della tua città / del tuo paese, quanto più ricchi di negozi, librerie, ecc ecc.. per avere quanti più spunti possibili di cui parlare e confrontarsi.

Arriviamo al terzo punto.

3) Connettere a livello emotivo
Questa è la cosa più importante in assoluto. Senza una connessione a livello delle emozioni, non potrai mai baciare una ragazza (in questo ambiente: di giorno e senza alcool) che chiaramente è ciò che dovreste fare obbligatoriamente ad una prima uscita. Oppure vuoi finire in friendzone? 😛

Naturalmente, mentre all’inizio dell’uscita vuoi stimolare tantissimo la sua curiosità ed intrigarla con un po’ di mistero.. Adesso è il momento di farle conoscere chi sei davvero. Apriti a lei, magari raccontandole una parte meno nota di te, e puoi aspettarti che anche lei possa aprirsi e rivelarsi con te.

Una delle cose migliori in questo momento dell’uscita è proporle di fare un gioco. Se l’appuntamento procede bene, al 99% avrai un si. Quindi procedi con il gioco 🙂

Che giochi fare?
Esistono tantissimi giochi che possono permettervi di connettere di più a livello emotivo, e anche di conoscere qualcosa di voi due. Uno che ho fatto per tantissimo tempo si chiama IL GIOCO DEL CUBO.

Per me era “un must”. Ad ogni prima uscita con una nuova ragazza, al momento giusto ci infilavo questo giochino..
non appena sentivo che eravamo pronti per connettere emotivamente. Era così tanto un obbligo che lo spiegai anche ai miei amici, e quando mi raccontavano di esser usciti con una nuova ragazza gli chiedevo: “Hai fatto il gioco del cubo?” 😛

Cos’è il gioco del cubo?
Il gioco del cubo è un giochetto che imparai su un sito, tempo fa. Quel sito (che oggi non esiste più) era legato ad un forum ancora oggi esistente e che all’epoca frequentavo. Naturalmente, come tutte le cose, scelsi questo giochetto semplicemente perché mi sembrava carino e mi ci trovai bene sin da subito. Personalizzandolo a modo mio, man mano che facevo più esperienza ed uscivo con più ragazze.

Il gioco consiste semplicemente nel far descrivere alla ragazza la sua visione di un quadro, composto da queste tre cose: il deserto, il cielo e l’orizzonte. In questo quadro, poi, le verrà detto di collocare degli oggetti:

1) Un cubo
2) Una scala
3) Un cavallo
4) Dei fiori
5) Una tempesta

Una volta che li avrà collocati all’interno del quadro (ad esempio: al centro, a destra, a sinistra, in primo piano.. nel deserto, nel cielo, all’orizzonte, ecc..), tu le chiederai di descriverti questi oggetti. Le chiederai di dirti se sono grandi, medi o piccoli, di che colore sono, di che materiale sono fatti, ecc.. (quanti più dettagli hai, meglio è.. senza ossessionarla di domande, chiaramente)

Per ogni singolo oggetto puoi farle una domanda specifica: ad esempio, per il cubo potresti chiederle di che materiale è fatto.. ma per il cavallo no. Le potrai invece chiedere cosa sta facendo questo cavallo: se sta correndo, se sta saltando, se si trova vicino a qualche oggetto oppure no..

Qual è lo scopo del gioco?

Sigmund Freud
Sigmund Freud

Lo scopo di questo giochino è quello di vedere, in breve, la sua rappresentazione della realtà. Questo gioco segue la teoria della psicanalisi di Freud, ed ogni oggetto (se nell’ordine giusto) nella sua mente verrà associato ad un aspetto particolare della sua vita.

1) Il cubo rappresenta la visione che lei ha di sé stessa.
Un cubo grande e colorato è, naturalmente, una visione di sé stessa come una persona forte, che si sente importante e piena di vita.. con una forte personalità.
Un cubo piccolo e grigio ti può dire che lei si può vedere piccola rispetto al mondo, si sente insicura ed ha bisogno di affetto / protezione.

2) La scala rappresenta le persone che le sono vicino.
Quindi la sua famiglia e i suoi amici / parenti.
Una scala grande e con molti scalini è una visione di una famiglia solida, forte, nella quale lei crede e sa di poter contare.
Una scala piccola, fatta di un materiale povero e debole, rappresenta una visione di una famiglia appunto debole, con la quale a volte si trova in conflitto.. oppure ci sono persone nella quale lei non crede di poter contare.
Magari vorrebbe fuggire dalle persone che le sono vicino.

Hai capito il meccanismo 😉

3) Il cavallo rappresenta il suo partner ideale.
Un cavallo che corre = lei cerca una persona libera e indipendente
Un cavallo che fugge può significare che lei abbia l’impressione che il suo partner ideale non sia propenso a restare a lungo con lei.

Le interpretazioni sono svariate, e dipendono dal tutto. Dall’insieme delle parti.

4) I fiori rappresentano i bambini.
Tanti fiori e colorati naturalmente possono significare che le piacciono i bambini e vorrebbe averne tanti. Viceversa, non le piacciono e preferirebbe averne pochi o non averne.

5) La tempesta rappresenta la visione del suo futuro.
Se vede una tempesta in arrivo, l’interpretazione è molto semplice: teme che possa accadere qualcosa di spiacevole nella sua vita. E’ molto importante chiederle la grandezza della tempesta: potrebbe anche trattarsi di una pioggerellina passeggera, e che magari la veda allontanarsi dal quadro.
La tempesta (ergo: le preoccupazioni della sua vita) si stanno allontanando da lei.
Vede dunque il futuro come positivo per lei e le persone a cui è legata.

L’interpretazione
Conoscere tutti questi elementi è essenziale per una corretta interpretazione, ma la cosa più importante è capirli nel proprio contesto. Vale a dire, comprendere la persona che hai davanti.

Come ho detto prima: ogni persona è UNICA.

Generalmente, quando una ragazza comincia a descriverti bene i primi oggetti (che sono dunque grandi, colorati, ecc..) anche gli ultimi oggetti vengono descritti alla stessa maniera. E viceversa.
Anche se la tempesta finale può riservarti qualche sorpresa 😛

Il gioco rispecchia davvero la realtà?

Forse si, forse no. Non ci interessa. Nel senso: quanto più hai familiarità con questo gioco (ergo: quanto più spesso l’hai fatto) quanto più è possibile che impari ad estrapolarci cose reali. Nella maggior parte dei casi, una ragazza ti descriverà gli oggetti in un modo perché vede davvero così la sua realtà.
Il modo in cui vediamo la vita si riflette da molte cose.
Anche dalle risposte che diamo ad uno stupido giochino 🙂

Tuttavia, anche qualora l’interpretazione non dovesse rispecchiare propriamente la realtà, o la ragazza dovesse inventare a suo piacimento, o tu dovessi sbagliare per inesperienza, non è la cosa più importante.

La cosa importante è cominciare a parlare di argomenti più profondi. E questo gioco ti dà la possibilità di farlo con facilità.
Allo stesso tempo, ti dà anche la possibilità di incuriosirla..

La tua esposizione finale
La tua esposizione finale è l’ultima parte del gioco.
Prima di tutto, devi dirle del quadro.. Poi degli oggetti, nello stesso ordine in cui li ho messi.
Seguendo sempre quest’ordine, procedi a farle posizionare gli oggetti all’interno del quadro e a descriverti le loro caratteristiche.

Ascoltala e stai zitto.
Limitati ad elencarle gli oggetti, e lasciala parlare.
Se tace, oppure dice poche cose, dalle qualche suggerimento su cosa dovrebbe descriverti meglio.

Quando avrà finito con tutti gli oggetti, naturalmente avrai un quadro della sua rappresentazione della realtà e del suo mondo interiore.

Lei adesso vorrà la tua interpretazione. Non rivelarle tutto subito.

Giocaci ancora un altro pochino, dicendole cose tipo: “oh, come sei strana 😛 ” Oppure: “Sai una cosa? .. Adesso SO TUTTO di te. Mi sa che devi preoccuparti 😛 ”

Lei sicuramente riderà, e nel frattempo morirà dalla curiosità di sapere cosa hai scoperto di lei. Quindi adesso, basta stronzate: rivelale tutto quello che hai capito, SENZA DIRLE l’associazione dei vari oggetti alla realtà.. in modo da avere un “effetto stupore” 😛

Vuoi vedere un video di esempio, in cui faccio il gioco del cubo ad una ragazza durante il primo appuntamento? Lo trovi qui: gioco del cubo, video di esempio al primo appuntamento

Come ottenere una connessione emotiva profonda
Dopo averle detto ciò che hai capito di lei tramite il gioco, puoi ottenere una connessione emotiva ancora più profonda semplicemente rivelandole tutto. Tutto quello che io ho spiegato a te.

.. Ehm, quasi tutto 😛

Fallo come se le stessi rivelando il più grande segreto dell’universo 😛

PS #1: Generalmente, questo gioco lo eseguivo pochissimo tempo prima di baciarla.
Iniziato nel momento giusto, una volta concluso questo gioco ti basta riprendere a camminare due minuti con lei.. e poi ad un tratto fermarti all’improvviso e baciarla.

PS #2: Con una ragazza vuoi focalizzarti la maggior parte del tempo su cose positive. Se dovesse descriverti cose negative, non rimuoverle dalla tua esposizione. Esponi mettendo in risalto le cose positive che ti ha detto, che ti sono piaciute,
poi RIVEDI le descrizioni negative volgendole in positivo.

Ad esempio:

GRANDE TEMPESTA IMMINENTE

Esposizione negativa: vedi dei grossi problemi in arrivo sulla tua vita, e sei preoccupata.

Esposizione volta in positivo: vedi la possibilità di grossi problemi in arrivo, e questo ti spaventa. Tuttavia io e te sappiamo che l’unico modo per superare le difficoltà è affrontarle.

.. Non potrà che essere d’accordo con te.

Ed ecco cosa fare al primo appuntamento con una ragazza 🙂

Ok, grazie mille per aver letto il mio articolo!

Vuoi restare in contatto con me ed altri ragazzi appassionati di seduzione? Allora entra nel gruppo Facebook, oppure nel gruppo Telegram. E mi trovi anche su Instagram 🙂

Se vuoi essere avvisato quando pubblico nuovi contenuti, iscriviti alla newsletter.