Un Bicchiere di Vino a Casa Mia (Messaggi Tinder, Whatsapp + Report)

“Un bicchiere di vino a casa mia” è il titolo che ho scelto per raccontarti la mia seconda uscita ottenuta approcciando ragazze su Tinder.

un bicchiere di vino a casa mia

Questi sono i messaggi che ci siamo scambiati sull’app, dopodiché li analizzeremo e ti mostrerò anche quelli avvenuti su Whatsapp.

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Analizziamo un po’ cos’è successo.

un bicchiere di vino a casa mia

Una cosa che faccio sempre è osservare attentamente il profilo delle ragazze con cui mi trovo ad avere un match. Difficilmente scriverò qualcosa di standard per tutte, anche perché quando scrivi qualcosa di poco personale le ragazze non si interessano più di tanto. Dunque le chiedo di un piercing molto strano che ha (io non avevo mai visto un piercing sulle gengive, prima d’ora. E tu?) ma attenzione a come lo faccio: utilizzo la tecnica di cui parlo nell’articolo su come incuriosire una ragazza in modo estremo: l’open loop.

In parole povere, non l’approccio direttamente chiedendole del piercing sulle gengive. Invece, faccio una domanda che suscita curiosità (e molte ragazze sono curiose! Sfrutta questa loro caratteristica a tuo favore 🙂 ) ed in questo caso lo faccio in un modo diretto, perché le sto dicendo che qualcosa di lei mi ha intrigato. Ergo, le sto palesando il mio interesse.

Dopodiché la stuzzico, prendendola in giro. Ovviamente non può essere vero che mi abbia intrigato un piccione 😀 questo è un altro particolare che avevo notato in una sua foto. Quindi, se io non osservassi attentamente prima di iniziare una conversazione, potrei trovarmi facilmente senza cose da dire (ed ecco anche perché molti ragazzi non sanno cosa dire alle ragazze: non osservano abbastanza e non prestano attenzione ai particolari).

“Tu studi? Lavori?” è un qualification. Se non sai cos’è (lo vedremo più approfonditamente in altri post e in altri video, non preoccuparti) si tratta semplicemente di fare domande alle ragazze, al fine di comunicarle che siamo interessati tanto all’aspetto mentale quanto a quello fisico. Un po’ come dire: mi interessano anche altre qualità di te, oltre alla bellezza fisica.

un bicchiere di vino a casa mia

Quando dico “imprenditore digitale” lo faccio senza tirarmela (anche perché, perché dovrei?) e cerco subito di mostrarle che ho uno spiccato senso dell’osservazione parlando dei particolari, che sono importanti perché dicono tanto di una persona, ancor più delle tante cose che invece vengono considerate essenziali ma non lo sono. Siccome adesso non è il momento di fare discorsi profondi, taglio qua la modalità maestro 😀 e parlo di cose che mi piace fare (Ricordi? Concentrarsi su cose positive)

un bicchiere di vino a casa mia

“Sono tutta relax dopo il lavoro”

“Buttata sul divano 😛 ”

Questo è un modo di prenderla in giro. Si chiama Push, ed assieme al Pull è una delle cose fondamentali per attrarre una ragazza (anche su quest’argomento ne parleremo nel dettaglio in un altro video, anche se con tutti gli esempi capirai benissimo già ora di cosa stiamo parlando. Io prendo molto in giro nei messaggi, per suscitare in lei una reazione)

Per evitare che si offendesse, perché in quel momento ho avuto la sensazione di poter risultare un po’ arrogante, dico qualcosa sulla quale qualunque persona sarebbe d’accordo, di modo da sentirci più simili, sulla stessa lunghezza d’onda:

“Vabbè, uno pure se lo merita”.

E questo, in realtà, è molto utile anche per mostrarle che non mi prendo troppo sul serio e non sono uno che la prenderà in giro continuamente. Solo quanto necessario per creare attrazione, ovviamente.

un bicchiere di vino a casa mia

Quando nomina Tenerife, e parla di andare a vivere alle Canarie, dice qualcosa che mi piace perché anch’io ho questa aspirazione. Abbiamo qualcosa in comune, quindi è il momento giusto per aprirmi maggiormente e mostrarmi una persona determinata.

Vedi, un’altra cosa importante è questa: un trucchetto per avere maggiore successo con le ragazze sta nell’individuare molto presto che tipo di carattere hanno, ma soprattutto quali sono le loro aspettative. Se ricalchi queste aspettative, mostrandoti simile, riuscirai ad entrarci in sintonia molto presto. E lei si chiederà come sia possibile una cosa del genere, pensando quasi sicuramente che sia una cosa casuale.

Ad esempio, qui la ragazza mi dice di lavorare molto. Se lavora molto, ci ragiono su io, ciò significa che lo fa per costruirsi un futuro migliore. Significa che magari è ambiziosa, determinata, ed il fatto che vuole andare a vivere alle Canarie lo dimostra. Ecco perché dunque mi mostro anch’io molto determinato, oltre al fatto che ogni ragazza adora gli uomini determinati, che hanno un’aspirazione nella vita e cercano in tutti i modi di realizzare i propri progetti.

un bicchiere di vino a casa mia

un bicchiere di vino a casa mia

“Ti ho dato una buona idea, eh?”
“Già, ora te la rubo 😛 ”

“Non fare che poi lo apri proprio accanto al mio”
“Accanto al tuo? Chi ti conosce 😛 Allontanati da me 😛 ”

Questo è un ottimo esempio del Push di cui parlavo prima. La prendo in giro, non mostrandomi prevedibile nelle mie risposte e giocandoci un po’. Molto spesso, per dare la chiara idea che la sto prendendo in giro ovviamente per scherzare, ci aggiungo la faccina con la linguaccia. Il segno che lei reagisce positivamente sta nel fatto che mi segue, facendo esattamente quello che faccio anch’io. E cioè, anche lei mi prende in giro (“Guarda che ti cito, eh”)

un bicchiere di vino a casa mia

Quando una ragazza ti fa una domanda, non rispondere sempre dandole la risposta. Qualche volta, sempre perché vuoi che ci sia un clima di gioco e anche un po’ di sfida, dille di indovinare.
E non avere paura di insistere (“mica sono maga” .. “e fai la maga”)

un bicchiere di vino a casa mia

Continuo a prenderla in giro, poi faccio qualification (domanda per conoscerla meglio)

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

“Allora so già che mi piacciono”

Siccome l’ho presa in giro abbastanza, e lei dopotutto ha reagito sempre bene standomi al gioco, le faccio un complimento. Questo è quello che prima chiamavo Pull, ed è il secondo fondamentale per attrarre una ragazza (lo spiegherò meglio in un altro post).

Infine, in questo screen, le faccio una domanda (altro qualification, il che significa che voglio comunicarle di voler sapere più cose di lei) ma questa volta un po’ più elaborata. Un po’ più fantasiosa (e sempre concentrata su emozioni positive) perché è già un po’ che stiamo chattando e adesso dobbiamo arrivare al numero.

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

“Tenerife non era per dire”
“Sei ambiziosa. Mi piace”

Ancora una volta, le faccio un complimento. Questo perché vedo che fa quello che voglio, raccontandomi di ciò che le piace (e che piace anche a me)

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Ecco che le chiedo il numero. Nota come lo faccio con decisione:
“Dobbiamo sentirci e vederci, come minimo”. Questo per farle capire che lei mi piace molto. Poi, nota un’altra cosa ancora: reciprocità. In questo caso, non le dico “dammi il tuo numero”. Bensì, parlo di sentirci e vederci: siamo entrambi che dobbiamo fare qualcosa assieme, perché (do per scontato) entrambi ci piacciamo. Anche questo dare per scontato che tanto lei ci starà mi fa percepire come sicuro di me.

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

“Così si chiede un numero di telefono? Ma dove sono i cavalieri di una volta?!”

“Ehh, non ci sono più. Rassegnati 😛 ”

“Quindi mi stai dicendo che devo dartelo?”

Questi che sta facendo la ragazza sono degli shit test, di cui abbiamo parlato anche in quest’articolo 🙂 Tutto quello che faccio per rispondere a questi test è mostrarmi ancora sicuro di me, senza esitazioni, continuando a giocarci esattamente come stavamo facendo all’inizio. E’ solo così che lei può lasciarsi andare e piantarla con i test, dandomi il suo numero.

Perché è ovvio che anche lei è attratta da me, altrimenti non sarebbe andata avanti a parlare con me per così tanto tempo.
Infatti, ci va giù anche lei con un invito esplicito per me: “Devi sbrigarti a chiedermelo”. Come per dire: mi piaci, quindi è meglio che lo fai.

Un Bicchiere di Vino a Casa Mia

Visto che noto le piace il mio essere deciso, ed è anche ciò che mi chiede di fare, stavolta glielo chiedo con un comando.

Il giorno seguente, le scrivo su Whatsapp.

A questo punto, la chiamo. Appurato che siamo entrambi sfigati a non avere la macchina (e, dunque, la possibilità di uscire la sera a Napoli), di fronte all’alternativa di vederci o di mattina o di pomeriggio, con questo caldo, mi risponde: “Mah, per me la cosa più bella è bere un bicchiere di vino in un luogo un po’ più tranquillo, e focalizzarsi completamente sull’altra persona”.

Dopo qualche domanda, atta a capire a cosa poter puntare, trovo il cavillo: vive da sola 😀 E così riesco a proporre di stare da lei. Purtroppo abita in un paesino in provincia di Caserta, nemmeno Napoli. Tuttavia, non dista molto da casa mia e mi è “sufficiente” aspettare tipo un’ora per un pullman… che finalmente arriva, e ferma giusto giusto sotto casa sua.

La voglia di abitare al centro di una città è enorme, anche una città non troppo grande va benissimo. Anche per questo andrò all’avventura all’estero, a breve. Mi rifarò alla grandissima. Dicevo.. Giunto a casa sua (casa anche molto modesta) mi accomodo su un divano, atteggiandomi come fossi il padrone di casa. Lei si avvicina, ridiamo e scherziamo, mi racconta cose della sua famiglia e perché ha voluto vivere da sola, anche se le costa l’affitto e, comunque, non è che poi dista parecchio da dove abitano i suoi genitori.

Scherziamo spesso sul fatto che entrambi vorremmo andare alle Canarie, e io la butto sul parlare di noi: parlo del NOSTRO progetto a Tenerife, che saremo ricchi, ecc.. Oltre al concordato vino, mangiamo anche qualcosina ma poca roba. Mi chiede continuamente se mi piaccia questo o quello, non so se per gentilezza o perché è insicura, o spera di non deludermi dandomi cose che non mangio. Quel vino era proprio buono. Le ho chiesto anche che marca fosse, ma chi se lo ricorda adesso! 🤣

Parlando parlando, le dico che devo farle vedere altri posti stupendi, delle Canarie e non. Che non esiste solo Tenerife, anche se lei ci è fissata. Così ci mettiamo a vedere dei video sul suo tablet, e qui prendo la palla al balzo per fare maggiore contatto fisico. Inziando con l’accompagnarle la vita per stare vicini con la scusa del tablet, a toccare braccia e spalle, anche solo per prenderla in giro scostandola, arrivo anche ad avvicinarmi col naso ai capelli perché avevano veramente un bel profumo. Per prenderla in giro, e farle anche un complimento allo stesso tempo, le faccio: “Caspita, che bell’odore! Mi attirano tipo calamita. Ma che ci hai messo, i ferormoni? 😛 ”

Non so se non capisce la battuta, ma fa solo un sorrisino e riprende a scorrere coi video. Finito di guardare i video, ci sediamo in due sul divano (altra opportunità per il contatto fisico, ma non lo faccio subito) Mi dice che su quel divano ci si butta appena torna da lavoro, stanca morta, quando merita il riposo. Dice che lo preferisce pure al letto.

Effettivamente, è molto comodo. Però è un pochino stretto per due persone, quindi dico appunto “Si, ma stiamo stretti. Alzati un attimo”, e senza dire niente la porto a sedersi su di me. Penso abbia sentito la mia erezione, ma non si è mossa. Anzi, abbiamo iniziato a parlarci all’orecchio. Mi ha detto che le piace il mio modo di fare, sembro uno sicuro di sé. Io così ho risposto che la sua voce è sexy, e poi l’odore dei capelli.. Anche se si è messa i ferormoni 😛 Stavolta risponde, e mi fa: “Ma che?! E’ il balsamo”. Riannuso i capelli, la guardo negli occhi e comincio ad accarezzarle tutto il collo e la parte alta della schiena.

Noto che ha una specie di brivido in una zona specifica, così ci ripasso un altro paio di volte per farle riprovare la stessa sensazione. Dopodiché, sulla stessa zona ci ripasso anche con la lingua. E qui la sento addirittura gemere. Si gira per guardarmi, e la bacio come se non ci fosse un domani. Iniziamo a toccarci un po’ ovunque, le metto le mani sotto la maglietta e, poi, nel togliergliela, piazzo la mia testa fra le sue tette per leccarle e morderle. Qua i gemiti sono a palla. Mi becco un bel pompino, dopodiché passo a masturbarla con le dita. Riesco a farle avere un po’ di orgasmi, tant’è che la cosa sfocia persino in uno squirting 😀

Incredibile a dirsi, comunque, non vuole in alcun modo fare sesso completo. Ci ho provato diverse volte, e anche in modi diversi, ma mi ha respinto sempre sin dall’inizio. Ho dormito a casa sua, dopodiché sono andato via la mattina seguente col pullman che, almeno stavolta, è passato dopo soli 10 minuti di attesa. Per il momento, ho finito con gli appuntamenti. Certo, ci saranno altre uscite con lei, suppongo, ma adesso se ne va in vacanza pure lei.

La prima ragazza con la quale ero uscito grazie a Tinder (racconterò, postando anche i messaggi con lei, in un altro post) ha smesso di rispondermi. Ho intenzione di continuare ad approcciare su Tinder, ma giusto per avere altri match e postare altri messaggi. Per il momento, non ho tanta voglia di fare altri appuntamenti e nemmeno il tempo, ad essere sincero. Ricomincio direttamente a settembre, a pieno regime 💪

Credo di sapere il motivo per cui non ha voluto fare sesso. Vorrebbe un investimento maggiore, a livello sentimentale. Molto probabile, anche perché ha la mia età, lavora e sta progettando un prossimo futuro alle Canarie. Io altre uscite con lei le farei, ma non so quanto potranno rivelarsi utili se vogliamo cose diverse. Forse è meglio non continuare, visto che è lo stesso motivo per cui abbiamo rotto io e la mia ex ragazza.

Vuoi essere avvisato quando pubblico nuovi contenuti?
Ti invierò un’email a settimana, non di più.